La logistica del farmaco ai tempi del Covid. Samag Holding Logistics si confronta con gli operatori del settore

L’organizzazione logistica della filiera del farmaco, complice l’epidemia di COVID-19, è al centro delle attenzioni. L’occasione era troppo importante per non prenderne parte.
Su invito di The International Propeller Club Port of Venice – Associazione Culturale che promuove l’incontro e le relazioni tra persone che gravitano nei trasporti marittimi, terrestri, aerei – abbiamo affrontato l’argomento in un webinar a tema.
È intervenuto Claudio Torchia – Board Member – che, dopo aver presentato profilo e numeri di Samag H.L., ha posto al centro dell’attenzione l’importanza della supply chain integrata per migliorare i flussi di merce. Mai come adesso appare necessario un approccio integrato alla gestione di attività quali l’approvvigionamento, la logistica, la distribuzione di beni e servizi ai clienti finali.

“Il 2020 ha rappresentato un momento importante e significativo per la logistica. Ci si è resi conto che è un settore senza il quale il sistema paese è a rischio blackout. Da voce di costo nel bilancio a ambito strumentale e fondamentale nella filiera. Il passaggio è evidente a tutti”.

Breve ma mirato, Claudio Torchia ha sottolineato il contributo che un operatore logistico come Samag può apportare alla logistica del farmaco. Proseguendo lungo un filo conduttore ha toccato i punti essenziali e le specificità che competono ad un operatore del settore nella gestione di prodotti medico-sanitari. È un settore con caratteristiche peculiari, che prevede il necessario coinvolgimento di un soggetto portatore di know-how specifico, ma con un’attenta pianificazione e una serie di asset possono essere bypassate tutte le criticità.

Magazzini dedicati ai prodotti medico-sanitari

Si tratta di una tipologia di prodotto con caratteristiche logistiche difficilmente integrabili o assimilabili ad altre categorie. Il valore del prodotto, l’importanza della conservazione, l’efficienza delle rotazioni, l’assenza di errore fanno sì che i CE.DI dedicati al farmaco siano quanto più automatizzati con un alto livello di informatizzazione.
I nostri magazzini preposti allo stoccaggio e conservazione impiegano 5300 risorse in 110 impianti per un totale di 1 milione di mq pronti ad accogliere qualsiasi tipologia di prodotto
a cui dedichiamo attenzioni specifiche rispetto alla categoria merceologica da gestire.
Affidarci l’organizzazione e la gestione fisica del magazzino e della logistica significa maggiore orientamento all’innovazione, all’efficienza ed alla razionalizzazione.

Il trasporto dei farmaci

Qui andiamo sul momento probabilmente più delicato dell’intera filiera: catena del freddo, tracciabilità e puntualità della consegna devono essere assolutamente perfetti, un errore può creare danni gravissimi economici ma soprattutto organizzativi.

Organizzazione workflow logistico

Claudio Torchia ha portato poi la sua esperienza diretta in ESTAV – Regione Toscana, progetto pilota in cui la sanità toscana ha deciso di centralizzare la filiera logistica ospedaliera integrando l’esperienza e la professionalità delle aziende che operano nel settore della logistica. Il progetto ha portato una serie di efficientamenti nelle strutture ospedaliere: maggior controllo, filiera più precisa, maggiori flussi di consegne abituali, minori dispersioni poiché si è passati a un controllo centralizzato.

Tanti gli spunti interessanti forniti dagli ospiti durante l’incontro. Abbiamo svelato che stiamo facendo un’analisi sul futuro coinvolgendo manager di esperienza. L’obiettivo punta all’efficienza e organizzazione come valore aggiunto per aziende farmaceutiche, strutture sanitarie e soprattutto per cittadino-consumatore finale.

“L’Italia è stata bravissima a gestire il caos nella prima parte della pandemia, ma bisogna smettere di gestire il caos e organizzare il futuro. Dobbiamo trasformare la straordinarietà in ordinarietà”.

Il nostro ruolo è quello di supporto organizzativo e, in quanto tale, richiede impegno per prepararsi alle nuove sfide che attendono la macchina logistica. Tenere acceso il dibattito resta il modo per non lasciare nessuno indietro.
La logistica del farmaco pretende, a ragione, l’eccellenza.

At vero eos et accusamus et iusto odio digni goikussimos ducimus qui to bonfo blanditiis praese. Ntium voluum deleniti atque.

20148 - Milano (MI)
(Lun - Ven)